Sintesi riguardo la direttiva dell’Unione Europea 2006/123/CE promossa dal commissario europeo per il mercato interno nel 2004 Bolkestein Frederik “Frits”.

  • Nome: Direttiva dell’Unione Europea 2006/123/CE
  • Soprannome: Direttiva Bolkestein
  • Curatore/Sostenitore: Frederik “Frits” Bolkestein (Commissario europeo per il mercato interno)
  • Presentata da: Commissione europea
  • Presentata nel: Febbraio 2004
  • Approvata/Emanata nel: 2006
  • Attuazione in Italia: DL 26/3/2010, n. 59 (vedi Gazzetta Ufficiale n. 94 del 23 aprile 2010)
  • Tema: servizi nel mercato europeo comune

In sintesi è una applicazione anche ai servizi, dello stesso principio secondo il quale un bene prodotto in un qualsiasi paese membro della comunità europea sia ritenuto valido in tutta Europa.
Analogamente un qualunque servizio può essere svolto e ritenuto valido in ogni stato membro dell’Unione Europea, fatta eccezione per i seguenti servizi: servizi finanziari, le reti di comunicazione elettronica, i servizi di trasporto, il settore fiscale.

OBIETTIVI

  • Eliminare ostacoli alla libertà di stabilimento (lungo termine)
    • Semplificare la burocrazia tramite gli “sportelli unici”
    • Lotta alla discriminazione di nazionalità
  • Eliminare ostacoli alla libera circolazione dei servizi (breve termine)
    • Principio del paese di origine
  • Instaurare fiducia reciproca tra stati membri:
    • Armonizzazione delle legislazioni dei paesi membri
    • Tutela dei consumatori
    • Assicurazione professionale
    • Risoluzione controversie
    • Collaborazione tra autorità nazionali
    • Creazione di codici di condotta

Principio del paese di origine Limitatamente a diritto di sciopero, le condizioni di assunzione e di licenziamento, gli oneri previdenziali.
Vedi anche: MEC Criticità Corsa al ribasso di tutele sociali, diritti dei lavoratori e livello retribuzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *